WebSeo
Il tracciamento di Google non è roba da poco e tenere attiva la localizzazione su smartphone e...
WebSeo
2019-04-26 10:18:54
WebSeo logo

Blog

Google onnisciente? Teniamolo sotto controllo

Un freno ai tracciamenti inutili

Il tracciamento di Google non è roba da poco e tenere attiva la localizzazione su smartphone e account gmail comporta seri rischi per la privacy. Pensate che usando le app di Google come Maps vengono registrati tutti gli spostamenti giorno per giorno, ora per ora, nel minimo dettaglio e con tanto di foto dei posti visitati.

Chiaramente tutto ciò, secondo Google, non è affatto stalking ma una “funzionalità utile”, che permetterebbe di creare mappe private su tutti i dispositivi utilizzati e velocizzare ricerche e itinerari. Già. Peccato che nel quotidiano tutto ciò non serve proprio a nulla, senza contare che nonostante si tratti di dati accessibili solo all’utente, nessuno ci assicura che Google o malintenzionati possano accedervi.

Per porre un freno al vizio della compagnia di ficcanasare basta recarsi all’indirizzo https://myaccount.google.com/privacycheckup e sospendere tutte le attività mostrate sotto la voce “Personalizza la tua esperienza su Google”. Ancora meglio, si possono disattivare anche gli annunci mirati di Adsense, così da impedire alle terze parti di proporci pubblicità sulla base delle nostre ricerche sul web.

Disattivare la localizzazione su smartphone Android è un altro passo fondamentale per impedire all’azienda americana di spiarci. Il nostro consiglio è di attivarla soltanto quando necessario e disattivarla subito dopo. Non c’è alcun motivo per cui dovremmo fornire a compagnie multimilionarie la telecronaca dei fatti nostri minuto per minuto. Poi magari ci spiano lo stesso in modo più furtivo ma porgli un freno almeno superficiale non ha mai danneggiato nessuno, anzi.

ARTICOLI CORRELATI