WebSeo
Non è un segreto che MediaTek intenda dare del filo da torcere a Qualcomm nella corsa al 5G. Il...
WebSeo
2019-11-28 17:03:00
WebSeo logo

Blog

MediaTek spinge sul 5G: annunciato il SoC Dimensity

Guerra a Qualcomm

Non è un segreto che MediaTek intenda dare del filo da torcere a Qualcomm nella corsa al 5G. Il colosso cinese ha da poco presentato Dimensity, una nuova linea di processori per smartphone che supporterà, tra le altre cose, anche il 5G. Il modello di punta si chiama proprio Dimensity 1000 5G, e dovrebbe venire montato su numerosi modelli Android del prossimo futuro. Si parla in particolare di top di gamma di case cinesi rilasciati nel primo trimestre del 2020.

MediaTek Dimensity 1000 5G è realizzato con processo produttivo FinFET a 7 nanometri. Supporta il 5G 2CC CA, e velocità massime teoriche di 4,7Gb in download e di 2,5Gb in upload, ma solo su reti sub-6GHz.

Il nuovo SoC di fascia alta è un octa-core con struttura big.LITTLE. Consiste di 4 core Cortex A77 da 2,6GHz, sostenuti da altri 4 core A55 che possono arrivare fino a 2GHz.
Il comparto grafico è affidato alla nuova GPU Mali G77, che dovrebbe garantire performance di alto livello con i videogame 3D, senza troppi problemi nella gestione della risoluzione 2K.
C’è anche un processore di immagine a 5 core, che supporterà fotocamere con ottiche fino a ben 80 megapixel.

MediaTek ha parlato inoltre di APU 3.0, un’unità dedicata all’intelligenza artificiale. E’ un chipset addizionale a 6 core, che sulla carta dovrebbe avere prestazioni doppie rispetto al predecessore, raggiungendo i 4,5 TOPS. Dovrebbe trovare la sua naturale applicazione nel software delle fotocamera. In teoria dovrebbe essere possibile sfruttarlo per la gestione di algoritmi che ottimizzino il bilanciamento dei diversi parametri negli scatti. I valori di contrasto, esposizione, tipologia di HDR e via dicendo potrebbero venire ottimizzati e automatizzati, migliorando la qualità di foto e video.

MediaTek Dimensity 1000 non è solo 5G e intelligenza artificiale, ma dà spazio anche ai display. Seguendo i trend degli ultimi anni, il nuovo SoC garantisce compatibilità con i nuovi pannelli 2K+ fino a 90 hertz, e FHD+ fino a ben 120 hertz.

ARTICOLI CORRELATI