WebSeo
A partire dal primo gennaio 2020, i monopattini elettrici e i Segway con manubrio sono stati...
WebSeo
2020-01-08 09:44:58
WebSeo logo

Blog

Monopattini elettrici diventano ufficialmente veicoli in Italia

  • photo

Città più smart

A partire dal primo gennaio 2020, i monopattini elettrici e i Segway con manubrio sono stati equiparati ai velocipedi, la categoria di cui fanno parte anche le biciclette. Ciò significa, per la legge italiana, essere dei veri e propri veicoli. Il riconoscimento vale però solo per i monopattini elettrici. Hoverboard e monoruota continueranno con la sperimentazione della micromobilità voluta dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, e soltanto nelle città che avevano dato il proprio assenso.

I nuovi sistemi di spostamento potranno dare una mano importante per ridurre la congestione del traffico che da anni affligge numerosi centri italiani. Sono in tanti infatti i comuni interessati a spingere sui cosiddetti mezzi dell’ultimo miglio, che aiuterebbero inoltre a limitare il problema dell’inquinamento.
Non tutti i monopattini elettrici rientreranno però nella nuova regolamentazione. Quelli equiparabili alle biciclette dovranno avere dei requisiti molto precisi: la velocità massima non potrà essere superiore ai 20 Km/h, la potenza massima del motore sarà di 500 watt, e i mezzi dovranno essere forniti di luci sia anteriori che posteriori.

A questo punto il Codice della Strada potrà essere applicato in maniera chiara, evitando episodi discutibili come le multe salatissime avvenute in alcune città. È ragionevole presumere che i monopattini elettrici potranno godere adesso di un incremento nella popolarità. Lo Stato ha infatti tutto l’interesse a promuovere la diffusione di tali mezzi, utili sotto svariati punti di vista. 
Tra le altre cose, assisteremo adesso a un via libera per i programmi di sharing dei mezzi. Iniziative del genere sono state più volte bloccate sul nascere, dato che il Codice della Strada non contemplava l’esistenza dei monopattini elettrici.

Resta da capire invece la situazione per quanto riguarda hoverboard e monoruota. Questi non sono concettualmente troppo diversi dai monopattini elettrici, ed è realistico che nel prossimo futuro anch’essi potranno rientrare in una categoria vicina a quella dei velocipedi.

ARTICOLI CORRELATI