WebSeo
L’emergenza coronavirus continua ad essere gravissima in tutto il mondo, ma sembra che le cose in...
WebSeo
2020-04-21 09:37:43
WebSeo logo

Blog

Coronavirus e telefono: infettarsi con lo smartphone è possibile

Ma si risolve con qualche semplice accorgimento

L’emergenza coronavirus continua ad essere gravissima in tutto il mondo, ma sembra che le cose in Italia stiano lentamente migliorando. Mentre si lavora al vaccino, virologi, igienisti e ricercatori conducono ulteriori studi sul COVID-19. Tra le altre cose, si vuole fare chiarezza sulle possibilità di contagio attraverso smartphone, uno degli strumenti utilizzati con maggiore frequenza nel corso della giornata. La domanda fondamentale è se sia possibile infettarsi maneggiando il telefono ed eventualmente come evitarlo.

Chiariamo subito che l’infezione può avvenire solo se il virus entra in contatto con le nostre mucose, nello specifico bocca, naso e occhi. La stragrande maggioranza dei contagi avviene per via aerea, motivo per cui le mascherine chirurgiche riescono ad essere efficaci. I contagi derivanti da contatto con oggetti sono poco frequenti, e non avvengono in modo diretto. Il problema sorge quando tocchiamo ad esempio uno smartphone infetto e, successivamente, portiamo la mano alla bocca, agli occhi o al naso. In questo caso diverrebbe pericoloso anche grattarsi per un prurito alla palpebra, poiché il reale veicolo di contagio sarebbero le nostre mani.

Questo è il motivo per cui si insiste tantissimo sulla questione igiene e sulla necessità di lavare le mani spesso e in maniera approfondita. Ovviamente, se dopo averle lavate utilizziamo di nuovo uno smartphone infetto, torniamo al punto di partenza. Per minimizzare i rischi è quindi opportuno disinfettare il proprio telefono con una certa regolarità. E’ sufficiente utilizzare un panno inumidito con alcool, acqua ossigenata o candeggina.
Accorgimenti simili dovrebbero essere riservati anche ad altri oggetti utilizzati con frequenza, come le maniglie delle porte, il telecomando, il mouse e la tastiera del PC.

Utilizzando invece cuffie ed auricolari per smartphone non è possibile infettarsi in maniera diretta. Può tuttavia presentarsi una situazione simile allo scenario appena descritto, dove le nostre mani diventano veicolo di trasmissione. Anche utilizzando accessori del genere è consigliabile stare attenti all’igiene, pulendoli con prodotti che abbiano una percentuale alcolica pari o superiore al 70%. Nel caso delle mani invece basta una percentuale alcolica pari almeno al 60%, a patto che la pulizia sia accurata e per almeno 20 secondi.

ARTICOLI CORRELATI