WebSeo
Gli utenti più smaliziati sanno bene che i megapixel di una fotocamera non sono necessariamente...
WebSeo
2020-04-24 10:22:53
WebSeo logo

Blog

Samsung verso fotocamere da 600MP, migliori dell’occhio umano

Serviranno davvero?

Gli utenti più smaliziati sanno bene che i megapixel di una fotocamera non sono necessariamente indicativi della qualità delle foto. Ci sono un gran numero di variabili da prendere in considerazione, a partire dalle dimensioni dei pixel, passando per l’apertura focale e la bontà del software. Come Google, Sony ed Apple, anche Samsung è una delle compagnie più impegnate nella ricerca in questo campo, e si prepara ad affrontare le sfide del futuro con una strategia già piuttosto chiara. 

Il colosso coreano fa sapere di essersi posto tra gli obiettivi lo sviluppo di fotocamere da ben 600 megapixel. Samsung desidera infatti superare con le sue ottiche la risoluzione percepita dall’occhio umano, che si stima come paragonabile a 500MP. Come dicevamo, la sola risoluzione non è però un elemento determinante. L’idea sarebbe quindi di raggiungere un valore superiore alla percezione del nostro occhio, continuando allo stesso tempo a lavorare su tutti gli altri elementi. Questo consentirebbe di incrementare in maniera costante la qualità delle fotocamere montate sugli smartphone della compagnia, consolidando la percezione del marchio da parte del pubblico.

Samsung sottolinea come fotografie, video e semplici selfie facciano ormai parte della quotidianità per milioni di persone in tutto il mondo. Il comparto fotocamera degli smartphone è dunque uno degli elementi più importanti per tantissimi acquirenti, ed è giusto continuare ad investire nel suo miglioramento. Proprio in questo periodo stiamo vedendo come le diverse aziende stiano cercando soluzioni alternative per il posizionamento delle fotocamere frontali, sperimentando tra moduli a scomparsa, display “forati” e ottiche poste direttamente sotto il vetro. Tutto per evitare quel notch antiestetico che ruba spazio al nostro schermo, rendendo meno piacevole il consumo di contenuti multimediali.

E’ chiaro che un incremento di risoluzione nelle fotocamere non andrebbe solo a vantaggio del settore smartphone. Samsung pensa ad esempio ai droni, alle auto a guida autonoma e, più in generale, all’internet of things, che sempre più caratterizza il nostro presente. Le applicazioni sarebbero interessanti anche in campo medico, sia per quanto riguarda scansione ed analisi, che anche per operare con precisione utilizzando robot dalla distanza.

ARTICOLI CORRELATI