WebSeo
L’emergenza coronavirus ha messo in ginocchio l’economia mondiale. Tante nazioni hanno cercato di...
WebSeo
2020-05-12 12:33:23
WebSeo logo

Blog

Xiaomi più forte del coronavirus: quarta posizione in Europa occidentale

Merito dei prezzi bassi?

L’emergenza coronavirus ha messo in ginocchio l’economia mondiale. Tante nazioni hanno cercato di difendersi con una quarantena più o meno lunga, che ha avuto e continuerà ad avere ripercussioni importanti. Il mercato degli smartphone ha fatto segnare un pesantissimo -17% rispetto al primo trimestre dello scorso anno fiscale, una contrazione fortissima ma comprensibile. Nonostante una situazione per certi versi drammatica, il colosso cinese Xiaomi sembra godere di una eccellente stabilità. 

E “stabilità” è dir poco, dato che stiamo parlando del quarto produttore di smartphone in Europa occidentale, risultato che qualche tempo fa sarebbe sembrato impensabile. Nonostante il calo dell’intero mercato, Xiaomi è riuscita a mantenere nel primo quarto dell’anno vendite in linea con quelle dell’anno precedente.

L’istituto di ricerca Strategy Analytics ritiene che buona parte del successo di Xiaomi dipenda dalla sua ottima strategia di produzione, con fabbriche e produttori dislocati in tutto il mondo. Altro fattore sarebbero i canali di vendita, considerato che Xiaomi è estremamente attiva online. Non affidandosi tanto a negozi fisici, l’azienda ha mitigato notevolmente l’impatto del coronavirus, che ha costretto i consumatori in casa.

Per il momento Xiaomi detiene il 10% dell’intero mercato degli smartphone. L’Europa occidentale vede un podio composto da Samsung, Apple e Huawei. Xiaomi si trova in quarta posizione, ma sembra intenzionata a prendere quel terzo posto approfittando del momento di difficoltà di Huawei. A questo punto sarà interessante scoprire come gli Stati Uniti intendano comportarsi riguardo il ban verso della stessa Huawei. In questi giorni si discute della volontà di Huawei di escludere gli USA dalle decisioni inerenti le reti 5G, una decisione che avrebbe il suo perché. Ciò starebbe portando l’amministrazione Trump a rivedere la propria posizione sul ban.

Nel frattempo, le previsioni per il prossimo futuro non sono ottimistiche. L’impatto del coronavirus sul mercato degli smartphone sarà infatti consistente. Gli analisti si aspettano un calo delle vendite in Europa di circa il 10% per tutto il 2020. I più pessimisti parlano invece di numeri impressionanti, con una contrazione del mercato compresa tra il -27 e -47%.

ARTICOLI CORRELATI