WebSeo Slider Image
WebSeo
Più megapixel equivalgono a fotografie migliori Le fotocamere degli smartphone sono dotate di...
WebSeo
2019-02-21 10:19:19
WebSeo logo

Blog


- Owner - Pubblicato il

6 credenze errate sulla tecnologia

Miti ancora vivi e vegeti nel 2019

  • photo

Più megapixel equivalgono a fotografie migliori
Le fotocamere degli smartphone sono dotate di tecnologie avanzate e ridurre l’equazione resa visiva al semplice numero di megapixel sarebbe riduttivo. La qualità dell’immagine dipende per la maggiore dalle lenti e dai sensori presenti nelle camere, oltre che ovviamente dal software. In poche parole una camera di bassa qualità, anche se con 48 megapixel, può scattare foto non entusiasmanti.

Conviene ricaricare lo smartphone solo quando totalmente scarico
Al contrario di quello che si possa pensare, le batterie agli ioni di litio non durano di più se le si lascia scaricare del tutto ad ogni ciclo di ricarica. Anzi, è vero il contrario. Infatti ricaricare lo smartphone solo quando sta per scaricarsi diminuisce la vita della batteria. L’ideale sarebbe caricarle dal 30 all’80% per garantirne una vita più lunga.

Lasciare il telefono in carica la notte rovina la batteria
Se non mettete lo smartphone in carica durante la notte per evitare che si sovraccarichi o simili, siete incappati in un’altra falsa credenza. Oggigiorno gli smartphone smettono automaticamente di ricevere energia una volta giunti al 100% di ricarica, oppure rallentano di molto il processo di ricarica una volta giunti al 95% nelle ore notturne. Non abbiate dunque paura di lasciare lo smartphone in carica mentre dormite.

I raggi X degli scanner in aeroporto danneggiano i dispositivi
Falso. Le uniche cose che i raggi X aeroportuali possono danneggiare sono radiografie o vecchie pellicole, nulla di digitale. Tutto qui.

Spegnere i computer di notte li aiuta a lavorare meglio
Anche qui falso. La gestione di alimentazione dei sistemi operativi moderni consente ai PC di risparmiare energia e non sprecare risorse. Si può anche programmare una data di spegnimento, ibernazione o altro per renderli ancora più autonomi sotto questo punto di vista.

I Mac non prendono virus
Che i Mac possano diventare infetti lo abbiamo scoperto a nostre spese già parecchi anni fa. Installare un antivirus su Mac OS è ormai prassi comune, come del resto su qualsiasi dispositivo moderno. La tecnologia si evolve, ma anche gli hacker. Affidarsi ancora alle credenze di 10 anni fa può rappresentare un grosso rischio per la sicurezza digitale.

Postato in: Generale

ARTICOLI CORRELATI